Ubuntu Linux e ASUS Zenbook UX32VD: come siamo messi?

Ultimo aggiornamento: 26/12/2012

Ho da poco acquistato un nuovo notebook – o meglio, ultrabook – e ci ho già messo Ubuntu. Si tratta dello Zenbook UX32VD di ASUS, un ultrabook compatto e leggero ma con buonissime prestazioni. Essendo recentissimo, sappiamo che la compatibilità con Linux potrebbe avere qualche problema. Se siete alla ricerca di un buon portatile per il pinguino, allora, vediamo come questa macchina si comporta con Ubuntu 12.041.

Ho installato il sistema (non senza qualche difficoltà), e alla fine ho ottenuto un qualcosa di funzionante. Ho risolto i vari problemi di driver e eccoci qui. Se volete una guida per l’installazione (io ho messo il sistema operativo sulla SSD da 30GB), potete seguire questo post. Questa guida e questa sono utili per i problemi di driver che man mano incontrerete. In generale, aggiornare all’ultimo kernel prendendolo dalla 12.10, dovrebbe risolvere il 90% dei casini. È proprio in quest’ottica che va letto questo articolo: sto descrivendo il funzionamento del portatile su Ubuntu 12.04 con kernel 3.5.2, senza ulteriori ottimizzazioni manuali.

Ubuntu su SSD

Nonostante qualche scoraggiante cosa che non funziona (ad esempio, il sensore di luminosità e i tasti Fn per regolare la luminosità del monitor2) il sistema mi sta lasciando pienamente soddisfatto. Grazie al sistema di partizioni che ho scelto (sistema operativo su SSD e cartella home sull’hard disk), Ubuntu si avvia in soli 15 secondi. 15 secondi da quando premo fisicamente il pulsante a quando si presenta la schermata di login pronta per inserire la password. Preciso: 15 secondi nonostante io abbia già installato le porcherie più varie (mysql, apache, …). Giusto per fare il paragone che tutti aspettate, Windows 7 Professional (preinstallato e al momento toccato solo per due minuti) ce ne mette 47 :D

Il sistema di partizioni predefinito, sia per la SSD che per il disco da 500GB, invece che essere il classico MBR è GPT: la cosa offre innumerevoli vantaggi, come la possibilità di definire più di 4 partizioni primarie (era un limite di MBR) e la minor probabilità di perdita di dati grazie alla ridondanza dei metadati. GPT si può utilizzare su qualsiasi disco, ma è interessante che qui ci sia di default3.

La batteria

Il fatto che questo ultrabook ha a bordo un doppio sistema grafico (Intel + nVidia, tecnologia Optimus) sfruttato male (colpa dei driver) fa sì che, se non ci impegniamo, la durata della batteria non sia alta come su Windows. In ogni caso, con la luminosità dello schermo impostata al 70%, la retroilluminazione della tastiera disattivata e la scheda nVidia non in uso4, 4 ore di autonomia sono riuscito a guadagnarmele. Sono 4 ore di utilizzo costante, con Firefox, Thunderbird e varie altre applicazioni aperte, che dopotutto è in accordo con quello che hanno riscontrato altre persone su Windows. Per la cronaca, con nVidia attivata le ore diventano 3.

Conclusioni

Per il resto, come al solito Asus aggiunge nella confezione una certa quantità di accessori. Oltre a una bella custodia per il PC, sono inclusi gli adattatori Ethernet e VGA (dal momento che gli ultrabook sono sottilissimi, si ricorre spesso a soluzioni del genere) che funzionano perfettamente out-of-the-box. È qui che un’azienda seria si distingue dalle altre, che ti fanno pagare separatamente (e profumatamente) questi accessori fondamentali. Apprezzabile anche l’inclusione di un panno adatto alla pulizia dello schermo, elemento che non viene quasi mai citato nelle recensioni (in effetti è un po’ nascosto…). E c’è anche la garanzia KasKo per un anno :D

Considerando che chi sta provando Ubuntu 12.10 (che è ancora in alpha) nota già tanti miglioramenti, direi che su una scala da 0 a 10 questo ultrabook si posiziona sull’8, e che col tempo salirà ancora di più. Io mi trovo davvero bene (navigazione web e sviluppo software), l’hardware è bello e Ubuntu non è mai stato così reattivo. Probabilmente nei prossimi giorni pubblicherò ulteriori aggiornamenti. Come sempre, se avete qualsiasi domanda potete chiedere nei commenti :)

Note:
  1. O il contrario… vabbè []
  2. Problema risolto, vedi QUI []
  3. Il fatto è che Windows supporta GPT soltanto in condizioni particolari. Essendo questo un bios EFI, Windows è stato accontentato e Asus ha avuto questa utile opportunità di usare GPT. []
  4. Per la tecnologia Optimus su Linux c’è il software Bumblebee. Vedere QUI per le istruzioni su come farlo funzionare. []

10 pensieri su “Ubuntu Linux e ASUS Zenbook UX32VD: come siamo messi?

  1. Sono molto interessato all’acquisto di questo ultrabook, in quanto credo che per il momento sia il migliore in circolazione; tuttavia leggendo le varie recensioni, in molti si lamentano per un problema di “bleeding” nella retroilluminazione dello schermo.
    Mi conferma tale difetto?

  2. Sinceramente non ne avevo mai sentito parlare prima d’ora. Non avendo mai notato niente di strano ho fatto una ricerca in Internet, ho visto di cosa si tratta, ma il mio schermo è perfetto. Esattamente come il fatto della “tastiera che si piega”… è un problema immaginario, almeno sul mio hardware (UX32VD).

  3. Pingback: Come installare Ubuntu Linux 12.04 (o successivo) sullo Zenbook UX32VD | WebEnt

  4. Pingback: How to install Ubuntu Linux 12.04 (or newer) on the Zenbook UX32VD | WebEnt

  5. Per completezza è bene sapere che la ASUS è una delle aziende più serie sul discorso del rimborso della licenza di Windows preinstallato. Senza dare link, una ricerca su Google restituisce tutte le info del caso, o meglio ancora una mail ad info@asus.it
    Il problema del bleeding è noto anche sui primi Asus Transformer (il tablet con Android), ma non dovrebbe essere particolarmente diffuso… Io ne ho avuti due e devo dire che non mi è mai capitato, ma non sono un campione rappresentativo.
    L’UX32VD è il mio prossimo computer, aspetto solo lo stipendio di questo mese per acquistarlo. Ora come ora si trova su Amazon ad un prezzo decente.

  6. Sono d’accordo, purtroppo ho scoperto tardi la possibilità di ottenere con facilità e senza sbattimenti il rimborso di Windows. Peccato.

  7. Grazie per il bell’articolo ma devo aspettare finchè sarà semplice da istallare, non sono così esperto come voi ! E anzi vi chiedo un aiuto perchè sono un entusiasta possessore di Zenbook 11″ i7 che ho acquistato a caro prezzo!! un anno fa in USA. Come dicevo prima non sono un esperto e ho cancellato la partizione dove c’era l’immagne del disco di fabbrica. potreste aiutarmi a reperire una copia? Vi sarei molto grato!
    Ciao e ancora complimenti per i vs. articoli.
    Maurizio

  8. Ciao, ho comprato ieri il Asus zenbook ux32a-r3028h. molto bello, pero non mi piace WIN che non uso da 10 anni… ASUS rimborsa licenza di Windows preinstallato? Come faccio? Vorrei instalare http://crunchbang.org/ pero avrei bisogno d’aiuto, fino ora (laptop vecchio) avevo Lubuntu, grazie, saluti

  9. ciao, volevo chiederti con quali accorgimenti/ottimizzazioni sei riuscito ad arrivare a 4h di batteria con firefox & thunderbird attivi? io uso Mint 15 che e’ forse meno efficiente di Ubuntu 13.04, e PowerTop molto spesso mi da’ valori di 15W di consumo, con la scheda wifi che la fa da padrone con anche 8W – sbaglio qualcosa? grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *