Recensione – The Walking Dead 3×01 Premiere “Seed” “Casa dolce casa”

Si ricomincia, finalmente!

Si ricomincia un po’ male, col malefico bambino che impugna qualsiasi arma immaginabile, ma diciamo che possiamo sopportarlo.

Poi vediamo un Hershel che non è Hershel. Ed è lì che ti chiedi cosa diamine stia succedendo. Da quel che ho capito, l’attore è ancora il solito (Scott Wilson). Evidentemente ha voluto cambiare radicalmente acconciatura. Tra l’altro l’attore è stato recentemente arrestato perché era ubriaco alla guida (evviva l’alcool, proprio come Hershel!). Quando è stato fermato dalla polizia, ha chiesto se poteva eseguire delle mosse yoga al posto del classico test di camminare.

Ma torniamo a noi. Sarò io, sarà l’aria di ottobre, sarà Fringe che resta sempre bello, ma qui sembra tutto una noia. Non è che gli episodi passino lentamente, sia ben chiaro… è che c’è ormai poco di interessante. Ricordate la prima stagione? Ecco, niente di tutto ciò.

La prigione ha rappresentato una novità interessante sotto questo punto di vista, speriamo che venga sfruttata bene. D’altra parte continuo a rimanere perplesso da come la gente si faccia schizzare di sangue con noncuranza… ormai è uno splatter continuo senza senso.

Per non parlare di *tutti* che sono diventati dei professionisti nell’antica disciplina dello sparo-allo-zombie. E nessuno sbaglia mai! Compreso Carl, che spara pallottole dritte in testa senza pietà.

Perché, perché in questa serie ci sono tutte queste minchiate?

Diamo un voto a questa puntata e non pensiamoci più, và.

75/100

Sono ancora un po’ perplesso da Michonne, invece. Dite che finirà per essere la classica americanata?

Tutte le recensioniThe Walking Dead

Un pensiero su “Recensione – The Walking Dead 3×01 Premiere “Seed” “Casa dolce casa”

  1. Pingback: Recensione – The Walking Dead 3×02 “SIck” “Il risveglio” | WebEnt

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *