XKCD ci spiega come funzionava il Saturn V (e tutto il resto)

Come spesso accade, xkcd ci regala perle di scienza niente male (questa volta espresse in “linguaggio poco tecnichese”). Ecco come siamo andati sulla Luna: con un enorme razzo imbottito di potenziali esplosivi, in cima al quale c’erano tre persone che dovevano arrivare nello spazio, separare in due il veicolo, estrarre il modulo lunare con una manovra a regola d’arte, atterrare sulla luna, risalire, e ricongiungersi in orbita con l’altro membro dell’equipaggio. E poi tornare a casa.

Fantastico. Continua a leggere

Beep nelle comunicazioni degli astronauti: cosa sono?

Neil Armstrong. 69-H-670.

Sono ormai diventati una caratteristica famosissima delle comunicazioni radio tra i membri delle missioni Apollo (e non solo), che chiunque avrà sentito almeno una volta.

Stiamo parlando di quei beep1 che hanno accompagnato gli uomini che hanno fatto la storia… eppure, c’è molta confusione sul loro ruolo. Vediamo quindi a cosa servivano esattamente, e iniziamo ascoltando questo breve clip audio di 30 secondi in cui è possibile udirli chiaramente (ce ne sono quattro):

Continua a leggere

Note:
  1. o bip… fate un po’ come vi pare []

Siamo andati sulla Luna. Ecco le prove.

AS11-44-6581

AS11-44-6581 - Il modulo lunare si separa dal CSM

Il 35% delle persone non crede che l’uomo sia stato sulla Luna. È una statistica del 2008 che prende in considerazione 1000 soggetti, e il risultato descrive abbastanza bene anche la situazione che è presente in Italia. Significa che più di una persona su quattro pensa che fu tutto falsificato.

Sento spesso persone, perlopiù semplici dubbiosi, che sostengono queste tesi di messinscena. In buona fede, portano come “prove” alcuni fatti interessanti (ad esempio, «nelle foto non ci sono stelle»). Le trasmissioni televisive come Voyager e Mistero sono complici di questo fatto, non possiamo negarlo, e anche su Internet si trova veramente di tutto.

A dir la verità mi sono anche un po’ rotto.

In realtà sulla Luna ci siamo stati, molto più di una volta, e le prove ce le abbiamo. Basta essere disposti a considerarle e a ragionare.

Se non siete sicuri su quale sia la verità e avete voglia di informarvi, ecco come fare. Continua a leggere