Ubuntu: X? Wayland? No, grazie

WaylandOMG Ubuntu segnala una notizia che ha un sapore di incredula sorpresa mista a disapprovazione mista a approvazione.

Ora, devo dire che per mettere l’immagine a inizio articolo ho cercato “Wayland” su Google, e sono uscite immagini di una donnina bionda di nome Susan Wayland che fa vedere un po’ di tutto. Per correttezza devo dire che anche X fa vedere un po’ di tutto, il problema è che X è abbastanza vecchio, cosa che la signorina Wayland non sembra affatto. Continua a leggere

ReactOS, il sistema operativo che non serve a niente

LibreOffice in ReactOSConoscete ReactOS? Nel suo piccolo angolo di geekosità, è relativamente famoso.

In breve, si tratta di un clone libero e aperto della famiglia NT dei sistemi operativi Windows. Come recita la home page italiana: “questo non è un sistema basato su Linux, e non condivide niente dell’architettura Unix“.

A questo punto starete pensando una di queste due cose: “che bello” oppure “che merda”. Vi darò il mio personale verdetto nelle conclusioni dell’articolo. Continua a leggere

Recensione della Wacom Bamboo Pen, con Ubuntu 12.10

Ho acquistato una tavoletta grafica.

Ho acquistato una tavoletta grafica specialmente per scrivere… il disegno non è la mia specialità (ma, con l’occasione, potrei migliorare!). Ho scelto una Bamboo Pen della Wacom… vediamo insieme come si comporta!

Avete presente quella bella icona che trovate nel pannello di controllo delle versioni più recenti di Ubuntu? Ecco, stiamo per darle un senso. Continua a leggere

Unity non è adatto ai programmatori? Macché

Unity fa schifo, Unity non è produttivo, Unity qua, Unity là. Questo era sicuramente vero per le prime release di Unity, ma di progressi ne sono stati fatti.

Non si può certo dire che in passato io non abbia mai preso in considerazione l’argomento, spesso con punti di vista completamente contrapposti dettati dall’avanzamento dello sviluppo1. Siamo ormai giunti (quasi) al rilascio della versione 12.10 di Ubuntu dal nome in codice impronunciabile, quindi vorrei analizzare un po’ l’uso di questa interfaccia associata a attività comunemente definite “nerd” e “socialmente incompatibili” come quella della programmazione. Continua a leggere

Note:
  1. non il mio… quello di Unity []

How to install Ubuntu Linux 12.04 (or newer) on the Zenbook UX32VD

As I already said in my italian review of a few days ago, Ubuntu 12.04 works very well on the ASUS Zenbook UX32VD. Currently, the only missing features is the ambient light sensor.

Although the system is compatible, the installation process may be more difficult than expected because of the UEFI firmware and the GPT partition scheme. Let’s see then, step by step, how to install it. I will refer to the current stable version of Ubuntu (12.04), but the steps will be almost identical for next versions of the operating system. Continua a leggere

Come installare Ubuntu Linux 12.04 (o successivo) sullo Zenbook UX32VD

Come già detto nella mia recensione di qualche giorno fa, Ubuntu 12.04 funziona molto bene sullo Zenbook UX32VD di Asus. Al momento, l’unica funzionalità assente è il sensore di luminosità.

Sebbene quindi il sistema sia compatibile, il processo di installazione può risultare più ostico del previsto a causa del firmware UEFI e dello schema GPT delle partizioni. Vediamo allora come installarlo passo per passo. Mi riferirò all’attuale versione stabile di Ubuntu (la 12.04), ma i passaggi saranno pressoché identici per le versioni successive del sistema operativo. Continua a leggere

Come condividere via ethernet la connessione wifi usando Ubuntu

Questo articolo sarà molto breve!

Vogliamo incanalare la nostra connessione a Internet (via wifi) su un cavo ethernet che andrà verso un altro dispositivo (per ragioni storiche, chiamiamolo iSuck). Qui uno schema esplicativo:

Rete iSuck Continua a leggere

Screenshot in anteprima di Gnome Nautilus 4.0

“Siccome c’erano troppi bug da risolvere” – hanno dichiarato gli sviluppatori – “abbiamo avuto una idea rivoluzionaria: rimuovere tutte le feature non indispensabili. Dopotutto un file manager serve per navigare tra i file, giusto? Proprio per questo motivo volevamo anche togliere il supporto alle cartelle, ma poi abbiamo deciso di non farlo visto che le icone colorate che stiamo usando ci piacevano tanto”.

Impronte digitali su Ubuntu, per “VFS301 Fingerprint Reader”

Sul mio HP Pavilion dv3-2020el è presente un lettore di impronte digitali. Su Windows viene utilizzato il software DigitalPersona, mentre fino ad ora su Linux non avevo trovato neanche un driver.

Per verificare se il vostro dispositivo è uguale al mio, controllate l’output del comando “lsusb”. Dovrebbe comparire una riga simile alla seguente:

ID 138a:0005 Validity Sensors, Inc. VFS301 Fingerprint Reader

Continua a leggere

Mettete Linux per ridare vita ai vecchi PC! Ma anche no.

L’avrete sentito tutti, sul web e in giro ai vari Linux Day: con Linux il vostro vecchio pc abbandonato in cantina riprende vita!

Sebbene la cosa sia (quasi sempre) vera, non mi sembra il modo migliore di pubblicizzare le distribuzioni pinguiniche. Involontariamente, la gente sta facendo cattiva pubblicità al proprio sistema operativo preferito, facendolo passare per il cesso rivale di Windows 95.

I sistemi Linux hanno innumerevoli vantaggi, ed è stupido fermarsi alla capacità di girare su hardware vecchio. Bisognerebbe invece concentrarsi sul mostrare le differenze – positive e negative – rispetto al diffusissimo Windows.

Continua a leggere