Unity non è adatto ai programmatori? Macché

Unity fa schifo, Unity non è produttivo, Unity qua, Unity là. Questo era sicuramente vero per le prime release di Unity, ma di progressi ne sono stati fatti.

Non si può certo dire che in passato io non abbia mai preso in considerazione l’argomento, spesso con punti di vista completamente contrapposti dettati dall’avanzamento dello sviluppo1. Siamo ormai giunti (quasi) al rilascio della versione 12.10 di Ubuntu dal nome in codice impronunciabile, quindi vorrei analizzare un po’ l’uso di questa interfaccia associata a attività comunemente definite “nerd” e “socialmente incompatibili” come quella della programmazione. Continua a leggere

Note:
  1. non il mio… quello di Unity []

Breve introduzione molto informale a Ruby on Rails

Rails è un bel framework per costruire applicazioni web basato sul linguaggio Ruby. Ultimamente sta andando molto di moda: molti siti famosi sono stati scritti e sono in fase di scrittura con questo framework (cito Twitter e Diaspora).

Cerchiamo allora di vedere cosa offre questo framework, quali sono le sue caratteristiche principali, il modo con cui lavorarci, eccetera.

Rails è per sfaticati

Proprio come in varie arti marziali, in Rails il concetto di “meno fai e meglio è” prende il sopravvento. Rails, anche tramite il suo forte approccio MVC, ci permette di concentrarci sulla cosiddetta “business logic” invece di perderci nel solito, palloso codice sempre uguale per ogni progetto (lo capirete, se come me venite dal PHP).

Continua a leggere

Una TaskDialog con .net

TaskDialogIl .net Framework, almeno alla versione stabile attuale (3.5) non include alcun supporto alle nuove funzionalità offerte dai più recenti sistemi operativi Microsoft. In particolare, una delle novità introdotte con Windows Vista è la TaskDialog: una finestra di dialogo dalle infinite potenzialità.

Come fare per implementarla nelle nostre applicazioni .net? In rete si trovano moltitudini di esempi, peccato che la maggior parte di loro siano incompleti: non gestiscono proprio tutte le funzioni messe a disposizione dalle API di Windows. Continua a leggere