ReactOS, il sistema operativo che non serve a niente

LibreOffice in ReactOSConoscete ReactOS? Nel suo piccolo angolo di geekosità, è relativamente famoso.

In breve, si tratta di un clone libero e aperto della famiglia NT dei sistemi operativi Windows. Come recita la home page italiana: “questo non è un sistema basato su Linux, e non condivide niente dell’architettura Unix“.

A questo punto starete pensando una di queste due cose: “che bello” oppure “che merda”. Vi darò il mio personale verdetto nelle conclusioni dell’articolo. Continua a leggere

Recensione: Windows Explorer in Windows 8!

Ho recentemente avuto la possibilità di ottenere in anteprima una copia originale di Windows 8 Professional (versione finale). Non farò una recensione sull’intero sistema, perché per farla bene serve un lavoro troppo lungo, ma quel che segue è quello che è successo a Windows Explorer, lo storico programma per navigare tra le cartelle.

Continua a leggere

Uno dei problemi di KDE

KDE sarebbe un desktop attraente. O meglio, lo è. Per i primi 10 minuti.

Peccato per la poca attenzione ai dettagli grafici, che messi a confronto con un desktop progettato graficamente bene come quello di Windows 7 assumono una schifosità disumana. In genere, lo slogan di KDE è qualcosa come “appiccichiamo tutto”.

Non c’è paragone. Windows 7 è oggettivamente più bello, e non è strano visto che è stato prodotto da un’azienda motivata e con tanti $$$. Ma accidenti, anche il mondo open può fare di meglio. Deve fare di meglio, perché questo desktop sarà anche usabile per noi cantinari… ma di certo farà storcere il naso ai molti utenti “normali” che danno grande importanza alla prima impressione.

Qualcuno mi prenderà per pazzo, ma sostengo che se l’80% degli sforzi del progetto fosse temporaneamente spostato sul fattore “estetica”… KDE otterrebbe una notevole impennata.

Ragioni tecniche per cui il registro di Windows fa schifo

Paura eh?

Si beh, ora sapete che in queste settimane non ero morto. Buon Natale, comunque.

Qualche giorno fa ho trovato un interessante articolo (in inglese) che spiega dettagliatamente e da un punto di vista tecnico come mai il registro di Windows fa… beh, schifo.

Vi anticipo qui velocemente i punti fondamentali:

  1. È un’implementazione mezza riuscita di un file system
  2. Vengono tranquillamente usati dump di memoria… e questo crea una serie di casini
  3. L’implementazione della lettura/scrittura del registro è un po’ ingenua
  4. I tipi ammessi per i dati sono una cosa piuttosto casuale
  5. Nessuno conosce le misteriose specifiche dei file REG
  6. I dati, anche quelli correlati, vengono posizionati in giro per il registro senza alcuna apparente logica
  7. Il registro è un file system, non un database
  8. “Security, ha ha, let’s pretend” – ovvero: la sicurezza è tutta un’illusione, Neo
  9. Microsoft implementa alternative al registro e poi non le usa

Se questi 9 punti vi ispirano… non vi resta che leggervi l’articolo originale: http://rwmj.wordpress.com/2010/02/18/why-the-windows-registry-sucks-technically/.

Come convincere una persona a passare a Ubuntu Linux

Se state leggendo questo post, significa che probabilmente state già utilizzando Ubuntu e avete questo desiderio profondo e irresistibile di far abbandonare Windows a molti dei vostri conoscenti.

E questo post… serve a frenarvi un po’ e a evitare imbarazzanti problemi. Ma al termine della lettura spero che vi sarà più chiaro come convincere gli altri a usare quest’ottimo sistema operativo1.

Vorrei iniziare con un esempio errato, da non seguire. Continua a leggere

Note:
  1. E parlo di Ubuntu perché è la distribuzione più diffusa e semplice per gli utenti poco informatizzati []