Ubuntu: X? Wayland? No, grazie

WaylandOMG Ubuntu segnala una notizia che ha un sapore di incredula sorpresa mista a disapprovazione mista a approvazione.

Ora, devo dire che per mettere l’immagine a inizio articolo ho cercato “Wayland” su Google, e sono uscite immagini di una donnina bionda di nome Susan Wayland che fa vedere un po’ di tutto. Per correttezza devo dire che anche X fa vedere un po’ di tutto, il problema è che X è abbastanza vecchio, cosa che la signorina Wayland non sembra affatto. Continua a leggere

Inviare messaggi in remoto via SSH in stile “net send”

Avete accesso a un sistema Linux via SSH e volete inviare qualche messaggio all’utente che è fisicamente davanti al suo monitor?

Niente di difficile: sfruttiamo X! Una volta connessi al sistema remoto possiamo fare uso del seguente comando:

xmessage "Ehm" -display :0

Il parametro “display” è il più importante, perché indica su quale schermo X mostrare la finestra. Se vogliamo anche che l’utente clicchi su un pulsante per rispondere, possiamo fare qualcosa del genere:

xmessage "Posso spegnerti il computer?" -buttons "Si,No,Forse" -print -display :0

Continua a leggere

Elementary: una distribuzione Linux molto Mac-style

C’è a chi fa schifo e c’è a chi piace, io personalmente mi schiero a metà. Si parla di Elementary, probabilmente un nome che conoscerete in quanto famoso tema per GNOME, nonché leggero set di icone. Quei simpaticoni degli sviluppatori hanno poi deciso di creare un sistema operativo basato su questo tema, anche attraverso applicazioni scritte ad-hoc.

Ora, è abbastanza evidente che l’ispirazione è puramente macaca, e questo potrebbe essere sia un bene che un male. Non che me ne freghi molto, ma comunque è brutto che non si cerchi di innovare e si punti piuttosto a scopiazzare.

D’altro canto, Apple produce delle interfacce grafiche sicuramente accattivanti, e questo potrebbe essere un modo per avvicinare sempre più persone a GNU/Linux. Continua a leggere